THE DIVINE WAY
12th Kustendorf Film & Music Festival
25.01.2019

Secondo il parere di questo critico, La Via Divina di Ilaria Di Carlo è uno dei migliori film del dodicesimo Festival del Cinema Kustendorf in Serbia. È frutto di una creazione sperimentale, una svolta artistica, inaspettata e potente, nel mondo della forma, rinnovata già nei film che ricordiamo dai tempi eroici della “seconda avanguardia” – di Hans Richter, Germaine Dulac e dei surrealisti Dalì e Bunuel. Ilaria Di Carlo, un’italiana che vive e lavora a Berlino, appartiene a quella sottillissima categoria di autori della cinematografia, che mettono in primo piano la ricerca delle strutture cinematiche in movimento: in questo caso decine di scale, di tutto l’Occidente, lungo le quali la stessa Ilaria Di Carlo precipita nel profondo di un sorprendente inferno dantesco o del tutto personale. Il codice di decodificazione di questo film è quel famoso “raccourci” verso il basso della scala di Fritz Lang “M”, che è diventato l’emblema di tutto l’Espressionismo tedesco (1931), sorto a Berlino, il quale rappresenta simbolicamente una spirale, una indicazione verso l’abisso del subconscio, un precipitare nel vortice del peccato, nei meandri più nascosti dell’animo umano. In questa coreografia di gesti naturali pieni di ritmo si associano una musica eccellente e i contrappunti metrici che accelerano i movimenti nella sequenza fino alla discesa nel labirinto fantasmagorico dell’Inferno. Le forme si trasformano continuamente, si fondono e si dissolvono fino a quando finalmente si dileguano in un fantastico e simbolico insieme che riconduce la fine all’inizio e viceversa. In un grande disegno fantasioso oppure in una forma pulita e purificata. È un continuo fluire dalla forma figurativa alla sua astrazione tra realtà e metafisica del subconscio. Incantata dall’estasi creativa, Ilaria Di Carlo per molto tempo non riesce a staccarsi da questo labirinto delle scale ammaliatrici, ricche di mistici grovigli dell’anima. Questa forma maestosa ha catturato, per l’intera durata del film, tutti i nostri sensi.
La splendida conclusione del Festival, il cui direttore è stato Emir Kusturica, è una lode al dodicesimo Festival Cinematografico Kustendorf in Serbia. Lode, che ci ha donato una nuova speranza.

(Božidar Zečević:. “Pečat” n.554, Belgrado, 25 gennaio 2019, p 57)
Traduzione Dragan Mraovic e Angela De Leo

 

THE DIVINE WAY
CINECLANDESTINO
22.03.2019

The Divine Way

 

AWARDS 57TH ANN ARBOR FILM FESTIVAL 2019

THE DIVINE WAY by ILARIA DI CARLO won THE BARBARA ARONOFSKY LATHAM AWARD FOR AN EMERGING EXPERIMENTAL VIDEO ARTIST  https://www.aafilmfest.org/single-post/2019/03/31/57th-AAFF-Awards?fbclid=IwAR3RpZZm5FDG-Mjv0bE-a3wKI4WnVEGda3gYQJrlNdqBbXH6JvJPz-3ObsA

https://www.cinemaitaliano.info/news/51320/ann-arbor-film-festival-57-ilaria-di-carlo.html

57TH ANN ARBOR FILM FESTIVAL: FINAL DAY
THE MICHIGAN DAILY
04.04.2019

(…) “My clear favorite however was “La Via Divina (The Divine Way)” by Ilaria di Carlo. A parody of “Dante’s Inferno,” the approximately 15-minute film depicts a woman descending an infinite staircase. Beautiful staircases are shown one after another, each time the same woman begins from the top of the frame and continues her descent. All sorts of architectural forms are represented in the staircases: industrial, Victorian, neoclassical. Most staircases circle infinitely downward in spirals, ellipses and squares, while some proceed in a straight line. This ridiculously playful film is cinema at its most essential: Beautiful forms depicted in motion, vivid color and rich texture, a score which complements the direction to highlight shifts in architectural style and mood. With “La Via Divina,” Ilaria di Carlo won the Barbara Aronofsky Latham Award for an emerging experimental video artist. (…) by Ross Orgiefsky

full text:  https://www.michigandaily.com/section/arts/ann-arbor-film-festival-final-day?fbclid=IwAR1SbhVfDJM7zfDqmgEr82_T7mluJ6i7VBy9Xy24K5Niq7hQEVJnJHy5jl4

 

CORTINAMETRAGGIO 2019
CINEMAITALIANO
15.03.2019

“Un’ipnotica infinita discesa della protagonista in un vortice di scale dagli stili più disparati. La musica e l’incedere della protagonista comunicano i suoi stati d’animo: serena all’inizio, poi spaventata fino alla redenzione finale. Liberamente ispirato alla Divina Commedia di Dante Alighieri, un insolito corto di arte visuale.” by Caterina Sabato

full text: https://www.cinemaitaliano.info/news/51052/cortinametraggio-i-corti-di-lunedi–18.html

 

“A powerful assembly of palpitating footsteps, ornate staircases, and baying instrumentation. Architecture as a whale’s ribcage. Seen at the Capitol Theater in Olympia, Washington” by Anonymous

 

02.05.2019  65. INTERNATIONALE KURZFILMTAGE OBERHAUSEN – Special Program AG KURZFILM – German Short Film Association

 

2019-2020  THE DIVINE WAY is part of the program: “EMERGING ARTISTS VOL. IV – CONTEMPORARY EXPERIMENTAL FILMS & VIDEO ART FROM GERMANY 2019“ (GERMAN FILMS & AG KURZFILM – GERMAN SHORT FILM ASSOCIATION)